“Tumblr: il posto più bello di internet. Quella specie di droga che vi consuma e vi riempie la vita di gif, gatti e belle foto. E che non vi fa uscire di casa. E se invece uscissimo?”. Con queste parole gli organizzatori di ‘Meetup Tumblr Palermo’ presentano il loro evento che si terrà sabato 23 Febbraio.

Tumblr è uno dei siti web più visitati, una piattaforma di microblogging che consente agli utenti di avere uno spazio personale e di condividerlo con il resto del mondo liberamente. Gli appassionati del blog di Palermo si incontreranno alle ore 16 davanti al teatro Massimo per confrontarsi nel ‘meetup’ che consentirà loro di conoscere di persona gli altri utenti.

Nell’ultimo periodo, questa piattaforma web è cresciuta tantissimo in Italia e moltissimi sono i nuovi registrati anche in Sicilia. L’evento, pubblicizzato su Tumblr e Facebook, sta già contagiando molti utenti che interessati hanno risposto “Finalmente!” o “Evviva!”.

Gli organizzatori, rintracciabili sul social network di Zuckerberg con i nomi ‘Libera Alessia Aiello‘, ‘Didì Cacca Pony‘ e ‘Marco Modica‘, hanno così risposto ad alcune domande.

Cosa piace in particolar modo di Tumblr? E in cosa è diverso dalle altre piattaforme sociali?

“La dinamicità e l’interattività del blog permette una maggiore libertà perché, al contrario degli altri social network, non vi è un limite di amici e di materiale da pubblicare. Tumblr è una rete di persone collegate dai loro interessi, tenuti insieme attraverso una ‘dashboard’ in continuo aggiornamento. Piace anche perché può essere usato in molti modi. Magari, un idolo visto nelle pagine delle riviste patinate, adesso, grazie a Tumblr, può condividere con i ‘followers’ le sue foto e i suoi pensieri”.

Come mai la scelta di creare un evento anche su Facebook? Su Tumblr non sarebbe stato abbastanza pubblicizzato?

“Ultimamente è capitato di vedere gente postare status su Facebook riguardanti Tumblr. Per questo abbiamo scelto Facebook. E’ è il social network più famoso al mondo ed è più facile raggiungere i ragazzi della nostra stessa città, come supporto per far girare la voce e far crescere l’adesione.”

Sarà riproposto in futuro?

“Sicuramente sì! Questo è il secondo anno che lo proponiamo e vorremmo diventasse un evento periodico”.

 

Per visionare l’evento su Facebook: link

Per confermare la propria partecipazione su Tumblr: link

Per rebloggare l’annuncio: link