E’ stata ratificata stamani a Messina, nella frazione Rodia, la consegna al Comune di due beni immobili confiscati alla mafia. Sono un appartamento di via Roosevelt ed un appezzamento di terreno nel villaggio Rodia con annessi un fabbricato, piscina e campo da tennis.

I beni sono stati inseriti nel patrimonio del Comune per essere poi avviati a progetti PON sicurezza per lo sviluppo e riqualificazione. La ratifica è avvenuta alla presenza del sindaco Giuseppe Buzzanca e del vice sindaco e assessore al patrimonio Francesco Mondello.

“Il Comune, – dichiara Buzzanca – dopo un’opportuna ristrutturazione, farà buon uso dei locali, garantendo delle attività sociali finalizzate alla pubblica fruizione. Prosegue il percorso dell’amministrazione verso le persone oneste, isolando i pochi che vivono nell’illegalita”’.

”La destinazione dei locali per fini istituzionali – afferma l’assessore Mondello – rappresenta un messaggio chiaro e tangibile dell’Amministrazione comunale nell’azione di contrasto alla criminalità organizzata, in quanto la sua restituzione alla collettività è affermazione della cultura della legalità e del primato dello Stato su ogni forma di devianza”.