Tentata occupazione abusiva. Con questa accusa sono stati denunciati, nei pressi di via Aurelio Saffi, Ivan Astuto e Angela Tidona, entrambi messinesi rispettivamente di 21 e 22 anni, a seguito di una segnalazione di effrazione giunta alla questura di Messina.

I due giovani non avrebbero fornito alcuna spiegazione agli agenti che chiedevano chiarimenti sulla grossa cesoia e sul lucchetto con anello di chiusura tagliato, rinvenuti nella loro auto. Piuttosto che provare a chiarire, avrebbero scelto la via della fuga: prima è stata la volta del giovane, scappato di corsa, successivamente è stata la ragazza, a premere l’acceleratore e tentare la fuga in auto.

Nel maldestro tentativo, il giovane avrebbe anche ferito un agente, prima di essere arrestato con la compagna per danneggiamento aggravato in concorso. All’uomo sono stati inoltre contestati i reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale; alla donna resistenza e tentativo di lesioni a pubblico ufficiale. I successivi accertamenti hanno confermato l’effrazione ad un appartamento di proprietà dell’Istituto autonomo case popolari IACP di Messina.

im