Gli ultimi quattro governi nazionali, a colpi di decreti e provvedimenti hanno, finora invano, tentato di far ripartire le assunzioni. Dimenticando troppo spesso che il lavoro non si crea per decreto, ma con nuove e concrete opportunità: riducendo la pressione fiscale e contributiva ed attraverso un serio percorso di semplificazione e sburocratizzazione. Le sole agevolazioni contributive, specie quelle di carattere parziale/congiunturale (come l’esonero contributivo) e non strutturali (come l’ormai tramontata legge 407/90) possono infatti non essere determinanti per incrementare l’occupazione atteso che “i datori assumono solo dopo aver acquisito nuovo lavoro e non viceversa”.

E’ quanto emerge dal report “Il lavoro nel 2015” elaborato della Fondazione Studi dei consulenti del lavoro e che sarà illustrato domani, 23 giugno, alle ore 10,30 a Palermo, presso la Sala del Palco reale del Teatro Massimo, durante la conferenza stampa di presentazione del “Festival del lavoro” (25/27 giugno).

Anche l’Istat del resto conferma, nel suo ultimo rapporto (pubblicato il 3 giugno scorso) che, nonostante una leggera flessione in aumento del numero di occupati su base annua (133 mila unità, pari allo 0,6%) – nel primo trimestre 2015 – si è, purtroppo, ancora lontani dal ripristinare un tasso di disoccupazione ad una cifra, vicino alle medie europee (almeno di Francia e Germania). Per non parlare, poi, del settore industriale, in cui il livello di occupazione è addirittura diminuito. Insomma, anche i dati statistici confermano che “il lavoro non si crea per decreto”.

Saranno anche presentati il video “Farò il pescatore” degli studenti dell’istituto comprensivo “Karol Wojtyla” di Santa Flavia su immigrazione, emigrazione e lavoro e le altre opere delle scuole che hanno vinto il concorso “Il lavoro e la Costituzione italiana” bandito dal ministero dell’Istruzione-Ufficio scolastico regionale della Sicilia, Ufficio-Ambito territoriale di Palermo in collaborazione con l’Ordine dei consulenti del lavoro di Palermo. Sabato il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, consegnerà i premi alle scuole. Ai giornalisti saranno forniti Cd con le copie dei lavori.

Interverranno alla conferenza stampa: gli autori delle opere e i loro docenti; il presidente dell’Ordine nazionale dei consulenti del lavoro, Marina Calderone; il presidente della Fondazione studi, Rosario De Luca; il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando; il rettore dell’Università di Palermo, Roberto Lagalla; i dirigenti dell’Ufficio scolastico regionale, Maria Luisa Altomonte, e della Direzione generale di Palermo, Marco Anello; il sovrintendente della Fondazione Teatro Massimo, Francesco Giambrone; il presidente dell’Ordine provinciale dei consulenti del lavoro, Vincenzo Barbaro; i sindaci di Santa Flavia, Salvatore Sanfilippo, di Chiusa Sclafani, Giuseppe Ragusa, e di Giuliana, Mario Musso, con l’assessore al Turismo, Maria Teresa Orlando.