Il vescovo di Noto, Antonio Stagliano’, ha deciso di mettere a disposizione alcuni locali della diocesi in favore dei migranti. Si tratta dell’appartamento della foresteria del palazzo vescovile e di un’ala del seminario che pero’ dovra’ essere adeguata per l’accoglienza degli stranieri.

Il vescovo, noto per aver cantato nelle sue omelie brani di Marco Mengoni e di Noemi , ha spiegato di aver raccolto l’invito lanciato da Papa Francesco.