“L’approdo come sogno del viaggiatore”. Con questa espressione l’assessore regionale al Territorio a ambiente Mariella Lo Bello ha inaugurato ieri nella nella riserva naturale orientata gestita dal Wwf tra Siculiana e Montallegro, gli “Approdi culturali a Torre Salsa”.

La manifestazione culturale promossa dal forum “Siculiana Cultura” prevede tre giorni di incontri con artisti, registi, scrittori e giornalisti su un tema caldissimo per la provincia agrigentina e tutta la Sicilia, quello dell’immigrazione.

L’assessore ha definito “terribili” le parole “Clandestino” e “Schengen”. “Sono queste le politiche che l’Europa deve cambiare – precisa –. E’ inconcepibile pensare che nel mondo possano viaggiare merci e denaro senza nessun problema mentre certi uomini possano entrare in un Paese e certi altri no a causa del trattato di Schengen”.

Secondo la Lo Bello, “servono nuove politiche europee dell’immigrazione che guardino alla diversità culturale come una risorsa e all’accoglienza come una porta che si apre all’Africa”.