“L’Amministrazione Comunale venuta a conoscenza dei fatti di cronaca riguardanti il nostro territorio esprime apprezzamento per l’operato delle Forze dell’Ordine e solidarietà alle vittime del racket. Ci si auspica che l’impegno degli Organi competenti, con la collaborazione dei cittadini, possa finalmente affermare la legalità nel nostro paese”.

Lo dice il sindaco Rosalia Stadarelli commentando l’operazione dei carabinieri Jafar che avrebbe decapitato i vertici dei mandamenti del comprensorio.

L’inchiesta delle forze dell’ordine e’ scattata quando imprenditori e commercianti hanno ammesso di essere vittime di estorsioni e minacce ed ha portato all’esecuzione di 7 fermi disposti dal Pubblico Ministero.

I fermati sono gli appartenenti al mandamento mafioso di Misilmeri – Belmonte Mezzagno, ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione e minaccia aggravati dal metodo e dalle finalità mafiose.