Diminuiranno già da questa estate, le cabine a Mondello. Il Comune di Palermo applicherà le clausole di salvaguardia previste dal piano di utilizzazione del demanio marittimo (il cosiddetto Pudm), cosa che lo renderà operativo immediatamente, scavalcando la proroga delle concessioni agli stabilimenti balneari stabilita dalla Regione.

Stop, pertanto, alle mega concessioni, e cabine ed ombrelloni ridotti per dare spazio alla libera fruizione del litorale.

L’annuncio che il Comune darà corso immediatamente alle prescrizioni del piano del demanio marittimo è stato dato ieri in commissione Ambiente dell’Ars dal sindaco Orlando nel corso dell’audizione sulle procedure di valutazione ambientale per il piano del demanio marittimo.

Sulla vicenda interviene Edy Tamajo, deputato regionale del Patto dei Democratici per le Riforme (Pdr) che dichiara: “Sono centinaia le famiglie di Mondello che vivono grazie al lavoro stagionale e all’installazione delle cabine sulla spiaggia. Il comune di Palermo eviti il terrorismo di questi giorni e si convinca a non applicare le misure di salvaguardia del Piano di utilizzazione del demanio marittimo (Pudm). Del resto dovrebbero valere le disposizioni regionali che prorogano al 2020 la possibilità della installazione delle cabine e delle concessioni balnerari. Mi auguro che a Palazzo delle Aquile pongano fine a questa sceneggiate che già lo scorso anno ha avuto gli esiti che tutti conoscono”.