Il Palermo si inchina alla capolista Juventus e viene sconfitto per 1-0 nell’anticipo della 27^ giornata di serie A. Determinante la qualità in attacco dei bianconeri, che grazie ad un lampo di genio dello spagnolo Morata, trovano il gol del vantaggio che regala i tre punti a Buffon e compagni. Non demeritano i rosanero che per lunghi tratti della gara duellano ad armi pari con i campioni d’Italia. Poco incisivi in attacco i rosanero che con Vazquez e Dybala non riescono mai ad impensierire Buffon.

Iachini si affida al collaudato 3-5-2 con Vazquez e Dybala in avanti supportati da un solido centrocampo che abbina fosforo e quantità. Allegri non fa il turnover atteso e al Barbera scendono in campo i titolari ad eccezione di Sturaro e De Ceglie.

Le due squadre si affrontano con un modulo speculare e nel primo tempo la lotta in mezzo al campo è serreta. Dopo una prima fase di studio il match regala qualche emozione, in particolare al 12′ diagonale debole di Lichsteiner che finisce a lato. Poi ci prova Sturaro ma il suo tiro non inquadra lo specchio. La reazione del Palermo è timida e si sviluppa intorno al 35′ quando Vazquez libera in area Rigoni che viene atterrato, ma per l’arbitro è tutto regolare.

Nella ripresa Allegri prova la carta Vidal. La Juve aumenta il pressing ed è pericolosa la 51′ con una punizione di Tevez respinta bene da Sorrentino. I rosanero provano a rispondere in contropiede con le incursioni di Dybala che però si infrangono contro il muro di Allegri. Attenta infatti è la partita di Barzagli, Chiellini e Bonucci che non lasciano spazi agli attaccanti. Girandola di cambi intorno al 60′, per gli ospiti entra Morata, per i padroni di casa Jajalo rileva Enzo Maresca. Le sostituzioni danno ragione al tecnico bianconero che trova il vantaggio al 70′ grazie a una prodezza di Morata che disorienta Andelkovic e poi sfodera un sinistro a giro che si infila all’angolino beffando un incolpevole Sorrentino. Di pregevole fattura il numero dello spagnolo che accende la luce in una serata povera di giocate spettacolari. Il Palermo reagisce al 75′ con Rispoli, ma il suo tiro viene respinto da Barzagli.

Morata ci riprova all’80’ ma il suo sinistra questa volta termina alto. Nel finale i rosanero non riesco a raddrizzare un match ormai incanalato verso la sconfitta. Neanche l’ingresso di Belotti riesce a scardinare la solida difesa di Allegri, difficilmente penetrabile questa sera e così i tre punti se li aggiudicano gli ospiti che ipotecano sempre di più la leadership in campionato.