Si trova a Milano Cesare Dolce, cugino di Francesco Cirrito, lo chef morto sulla Palermo Catania in un drammatico incidente la notte tra domenica e lunedì. Cesare per ricordare Francesco e abbracciare tutti i suoi familiari a Campofelice di Roccella ha scritto questo pensiero mentre in queste ore nella chiesa di Santa Rosalia si stanno celebrando i funerali.

“La perdita di una persona cara lascia in genere un grande vuoto. Si tratta di una sensazione nuova, unica, in cui ci si sente assolutamente impotenti e vulnerabili. All’apparenza sembra che improvvisamente qualcosa manchi, che si sia liberato un posto che nessun altro possa occupare. Abbiamo allora i rimpianti per non aver fatto tutto nel giusto modo, di avere sbagliato qualcosa, il senso di non essere stato al posto giusto nel momento giusto.

Nella fattispecie, la morte di un parente, è la fine di una parte della nostra vita, che non tornerà più. Però è anche l’inizio di un bel ricordo che rimarrà per sempre in un angolino del nostro cuore, magari qualcuno se ne scorderà col tempo. Io No! Lui rimarrà lì e salterà fuori quando meno te lo aspetti e ti farà sorridere. Perché un bel ricordo non sia la fine, ma sempre l’inizio di qualcosa. Quando si perde un amico dell’adolescenza c’e’ tanta tristezza ma anche ricordi di gioia…

Ti rivedo qui con me a ridere e scherzare con la tua perenne aria di guascone impenitente, frammista a momenti di malcelata serietà, quando tutti i giorni davamo calci ad un pallone sulla terra vicino a casa tua quando ci chiamavamo con un fischio da una parte all’altra della campagna ricordi? Ora caro Francesco Cirrito, goditi l’infinita bellezza dell’eterno, prega per noi poveri pellegrini, rimasti a vivere smarriti, tribolati e piangenti su questa povera terra, ed in questo momento sono vicino alla tua famiglia che piange insieme a me. Lui non è morto, è solo passato da un’altra parte, ed io sono nascosto nella stanza accanto. Io sono sempre io, e tu sempre tu, quello che eravamo prima l’uno per l’altro, lo siamo ancora.

Anche se negli ultimi Anni ci siamo visti ben poco a causa delle nostre distanze e dei lavori ben diversi che svolgiamo.
Caro Cugino Ti Voglio Tanto Tantissimo Bene.
Veglia su di noi dall’alto dei cieli un giorno ci rivedremo.
Ciao Ciccio Theeeee!