Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha adottato un’ulteriore ordinanza, che proroga al 31 ottobre, senza soluzione di continuità, gli effetti del provvedimento per i locali della movida.

“Tenuto conto della dimostrata efficacia delle misure contenute nell’ordinanza n.167/2015 – spiega Orlando – finalizzate a fronteggiare gli abusi perpetrati in vaste zone della città nell’ambito del pur legittimo esercizio delle attività di svago e della somministrazione di alimenti e bevande e di fronte alla persistente inerzia del Consiglio comunale nell’adozione del Regolamento proposto dalla Giunta comunale”,

Il sindaco Orlando è tornato a segnalare al Consiglio comunale i rischi derivanti dalla mancata approvazione del “Regolamento sullo sviluppo sostenibile ai fini della convivenza tra le funzioni residenziali e le attività di esercizio pubblico e svago nelle aree private, pubbliche e demaniali” proposto dalla Giunta comunale nel 2014.

“E’ un ritardo che rischia di determinare un inaccettabile arretramento nel contrasto a tutte quelle forme di illegalità che le forze di Polizia continuano a registrare in vaste zone della città e che richiedono l’adozione di un efficace strumento”.

La nuova Ordinanza del Sindaco è stata adottata anche a seguito di diverse riunioni del Comitato provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica nel corso delle riunioni celebrate in Prefettura nel mese di settembre e avrà efficacia sino al 31 ottobre 2015, salvo che il Consiglio comunale non provveda nel frattempo ad approvare il Regolamento e fermi restando poi comunque i poteri extra ordinem del Sindaco, che ribadisce di avere “ferma intensione a ricorrervi qualora fosse necessario attivarli per il perseguimento dell’interesse pubblico.”