Sarà inaugurata domani, martedì 23 dicembre, alle 18, nei locali dell’Associazione Flavio Beninati (in via Quintino Sella 35 a Palermo), nell’ambito della rassegna “Natale fuori dal comune”, la mostra su Sergio Tofano intitolata “Tofano e Bonaventura” a cura di Manfredi Beninati, con il contributo della professoressa Antonella Ottai e di Gilberto Tofano e con la collaborazione di Carla Garofalo e Maria Romana Tetamo.

Quella di Sergio Tofano (Sto) è una figura tra le più poliedriche e complesse del panorama artistico della prima metà del 900, essendosi mosso con disinvolta maestria tra palcoscenici, teatri di posa e sale di registrazione, scrittura, illustrazione e fumetti. Il suo nome è soprattutto sinonimo di Signor Bonaventura.

La mostra (curata da Manfredi Beninati con la supervisione della professoressa Antonella Ottai e il contributo di Gilberto Tofano) vuole rendere un’idea il più possibile completa dell’universo Sto. Pur con il poco, pochissimo materiale oggi reperibile, si è cercato di costruire un percorso di facile lettura sia per gli adulti che per i più piccini, strutturando la mostra in tre sezioni.

1) Contesto storico: una prima, piccola sezione è dedicata ad una veloce descrizione del contesto storico/artistico in cui si sviluppò l’immaginario tofaniano. 2) Tofano attore e regista, scrittore, illustratore, trasformista: fotografie di scena, filmati e registrazioni audio, libri di narrativa ed illustrazioni, ritratti fotografici, incisioni e una serie di matite (eseguite da Beninati, così come due piccoli busti in terracotta), rendono un’idea del personaggio Tofano. 3) Bonaventura: Nella sezione dedicata al Signor Bonaventura sono, invece, esposti i fumetti dal Corriere dei Piccoli in originale, i libri, una copia fedele del famoso costume bianco e rosso, una serie di sculture (eseguite da Carla Garofalo), due animazioni in 3D di Marco Bigliazzi e svariati altri cimeli. La mostra è accompagnata da un opuscolo di 16 pagine con testi di Antonella Ottai e Gilberto Tofano.

Inoltre, durante il periodo natalizio, per i più piccini, saranno tenuti dei laboratori creativi a tema, condotti da Maria Romana Tetamo e Carla Garofalo presso la vicinissima Libreria Dudi (via Quintino Sella 71). La mostra resterà aperta fino a fine febbraio, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 e anche nei festivi su prenotazione inviando una email a info@flaviobeninati.net. Ingresso con contributo di 5 euro. Ingresso libero il giorno dell’inaugurazione.

Sempre domani, nell’ambito della rassegna “Natale fuori dal comune”, nei locali dell’Associazione Flavio Beninati (in via Quintino Sella 35), alle 10 è in programma “(R)accogliamo i vostri libri”: sarà illustrata l’attività e il programma della Biblioteca Flavio Beninati e chiunque potrà donare i propri libri, che verranno inseriti nel catalogo della stessa Biblioteca.

Alle 11, presentazione della Mappa letteraria della città di Palermo, spiegata e illustrata su internet da Giuseppe Macaluso, referente applicativo della Sispi spa.
La Mappa letteraria è stata realizzata da Sispi spa e dalla Biblioteca Comunale di Palermo, in collaborazione con il quotidiano “La Repubblica”. È nata da un’idea di Filippo Guttuso, Mario Rubino e Anna Maria Ruta ed è una raccolta ragionata di citazioni, o ambientazioni, di opere letterarie che vedono protagonista uno dei punti della città. La citazione è accompagnata da una raccolta fotografica diacronica.

Si tratta di una serie di interconnessioni e informazioni su quei punti della città e del territorio limitrofo che sono contemplati nelle pagine dei romanzieri, poeti e viaggiatori. Navigando tra le citazioni si scoprirà ad esempio quella di Tomas Mann nella “Montagna incantata” che fa riferimento anche ai corridoi sotterranei del Cappuccini! La citazione è “geo-referenziata” su google maps. La navigazione è possibile per periodo storico, quello in cui è ambientato il riferimento, ma anche per genere letterario: fiction, memorie, resoconti di viaggio ed epistolari.

Alle 15.30, 2° itinerario letterario “Il Natale arabo-normanno” (sincretismo e integrazione), a cura dello storico e scrittore Emanuele Drago. Il percorso partirà dalla sede dell’associazione Flavio Beninati di via Quintinio sella 35: sarà una passeggiata di circa due ore che avrà come scopo la valorizzazione del percorso Arabo-Normanno di Palermo, all’interno di una dimensione narrativa che predilige gli autori e poeti palermitani e siciliani del XIII° secolo.