Prove tecniche di grandi alleanze. Dopo i rumors sembra che il matrimonio fra Ncd e Pd si farà anche in Sicilia dove si procederà anche alla costituzione del gruppo di Area Popolare che, a Roma, vede sedere assieme i rappresentanti del Nuovo Centrodestra e dell’Udc.

“Apertura nei confronti del Pd sui temi delle riforme e dei problemi dell’Isola, con particolare riguardo al risanamento finanziario, alla crescita e all’occupazione lavorativa, ai servizi pubblici locali (energia, gestione dei rifiuti e servizio idrico integrato) all’accelerazione della costituzione effettiva di Area Popolare, con la futura unificazione dei gruppi parlamentari così come già fatto a Roma” si legge in una nota diramata al termine della riunione del gruppo Ncd, tenuta oggi nei locali dell’Ars alla presenza dei coordinatori regionali del Nuovo Centro Destra, Giuseppe Castiglione e Francesco Cascio, insieme con il responsabile nazionale per gli Enti locali, Dore Misuraca (nella foto).

Secondo quest’ultimo “non vi può essere uscita reale dalla crisi economica né sviluppo nazionale senza sostegno al Mezzogiorno”. Insomma, “la crescita nazionale è indissolubilmente legata a quella del Meridione d’Italia, alla Sicilia”.

A breve è previsto un incontro dei  coordinatori regionali del partito di Angelino Alfano con i vertici isolani del Pd e dell’Udc.

Si tratta – come spiega la nota – di un vertice “finalizzato a un piano condiviso che metta al centro la risoluzione dei mille problemi che ancora attanagliano il nostro territorio, accanto a un reale sviluppo sostenibile che passi anche attraverso l’impegno dei fondi comunitari e la realizzazione delle necessarie infrastrutture”.

Immediata la risposta positiva di Udc: “Apprezziamo la scelta del Nuovo Centrodestra di aprirsi al confronto sui temi delle riforme e dello sviluppo. E’ un gesto di responsabilità che più volte in questi mesi abbiamo auspicato e sollecitato – dice  il segretario regionale dell’Udc siciliana Gianluca Miccichè – Le riforme sono indispensabili per affrontare le emergenze dell’Isola e innescare una reale dinamica di sviluppo ma richiedono un’ampia assunzione di responsabilità da parte delle forze politiche siciliane”.

E in serata arriva l’apertura anche del pd siciliano. “Esprimo apprezzamento per la posizione emersa dal gruppo parlamentare siciliano di Ncd – dice il segretario regionale Fausto Raciti -. Come è noto sin dalle ultime elezioni amministrative proponiamo un percorso che dia all’esperienza siciliana la stessa velocità di quella nazionale, orientando le nostre priorità allo sviluppo e al superamento delle anomalie che da troppo tempo caratterizzano la nostra regione. Approfondiremo questi temi negli incontri ufficiali già da questa settimana convinti di potere condividere insieme scelte importanti per il futuro della Sicilia”.

“La decisione dell’Ncd va in questa direzione, per questo – conclude Micciché – credo sia opportuno incontrarsi a breve insieme al Partito Democratico per tradurre questa disponibilità in concrete azioni legislative e di governo”.