La coppia che non ti immagini. Il primo è siciliano della terra di Giovanni Verga, l’altro cittadino di Verona al pari di uno dei Capuleti o Montecchi. La letteratura c’entra poco, entrambi però godono di un certo appeal fra i loro concittadini, eppure, per dirla alla Tonino Di Pietro ‘che c’azzecca’ Nello Musumeci con Flavio Tosi? Proprio secondo il credo dell’ex pm di Mani Pulite: la legalità.

Se il politico di Militello Val di Catania si sta contraddistinguendo per la propria azione alla presidenza della Commissione antimafia all’Ars, il sindaco di Verona è noto anche per lo scontro furioso con il cerchio magico bossiano che gestiva la Lega Nord prima dell’avvento di Maroni.

Musumeci e Tosi, così,  si incontreranno sabato mattina a Catania per discutere delle iniziative legislative adottate dalla Sicilia in materia di legalità e trasparenza e per riaffermare l’importanza della lotta alla mafia su tutto il territorio nazionale.

Finora tutto qui, ma il dibattito particolarmente animato che sta vivendo il centrodestra potrebbe coinvolgere direttamente, e chissà anche insieme, i due politici. Musumeci, che vanta le simpatie di Berlusconi pur non essendo berlusconiano, è da sempre assertore dell’unità del centrodestra e oggi è impegnatissimo nella ricostruzione della destra italiana tentando dialoghi che potrebbero sembrare difficili. Tosi, dal canto suo, non nasconde le ambizioni fuori dal territorio scaligero, sognando la leadership del centrodestra che lo farebbe diventare una sorta di ‘Matteo Renzi’ dello schieramento moderato.

Catania non è la città degli innamorati, certo, ma che sia l’inizio di un feeling…?