L’onda lunga di quanto sta accadendo in Grecia investe, almeno nella terminologia 2.0, anche la Sicilia. Dopo il titolo di Libero di sabato scorso, che ha accomunato lo Stato ellenico alla Regione Siciliana ipotizzando scenari complessi e catastrofici per tutto il Paese, stamani si è scatenato twitter che trasforma #grExit in #crocExit.

Sebbene l’hashtag fosse già latente nel mare magnum del web proprio nei giorni caldi del referendum ellenico e in concomitanza con l’infuocata direzione del Pd, stamani a defibrillarlo è stato il parlamentare d’opposizione Nello Musumeci che ha spammato il topic attraverso i propri canali social.

Nessuna relazione con il referendum greco che ha consacrato la vittoria degli Oxi-no, per altre azioni 2.0 lanciate da politici siciliani: dal #decrocettiaziamoci proposto dal sottosegretario allo Sviluppo Economico, Simona Vicari al #iolastacco del democratico Fabrizio Ferrandelli che ha inviato follower e web amici a postare selfie con una spina in mano. Sarebbe quella del governo regionale. All’appello, secondo quanto riferisce lo staff dell’ex candidato sindaco di Palermo, avrebbero risposto in tanti: quasi 200 foto e molte condivisioni su facebook.

L’inziativa del deputato regionale del Pd, però, esce dal web: verrà presentato a Palermo il progetto “I coraggiosi”. Si tratta di un movimento che parla non solo al Partito Democratico e che ambisce ad “aprire una nuova stagione in Sicilia”.

“I rigori li sbaglia solo chi ha il coraggio di tirarli”. Fabrizio Ferrandelli prende in prestito una frase  di Diego Maradona per spiegare il significato dell’iniziativa. “Quella frase di un grande calciatore – si legge in una nota – descrive l’atteggiamento di certa piccola politica di Sicilia: quella che fa prevalere la paura al coraggio, il conservatorismo all’innovazione, la tattica alla visione, la vista corta ai pensieri lunghi, quella che preferisce non tirare calci di rigore per non sbagliarli. Insomma, una classe politica che non è da cambiare, è semplicemente da superare. I coraggiosi nascono per superarla e noi chiediamo a tutti di scendere in campo, di tirare quel rigore comunque”.

L’obiettivo di Ferrandelli è di costituire nove comitati provinciali e almeno 100 comitati cittadini. Già in cantiere “I coraggiosi” di Agrigento, di Messina e di Catania.

Ed a proposito di vicinanza con i ‘cugini’ greci, a Palazzo delle Aquile è esposta la bandiera ellenica mentre a Ficarra, nel Messinese, il vessillo rimarrà issato fino a quando la vertenza della Grecia non verrà risolta.