I genitori hanno chiamato urlando il 118. Una neonata di appena 12 giorni a Palermo stava morendo perché soffocata da un rigurgito di latte. I genitori avevano tentato di farla respirare, ma la piccola era già cianotica.

Ieri sera le ambulanze del 118 erano tutte impegnate in soccorsi e interventi. Al medico della sala operativa, Marco Palmeri, non è rimasto che prendere un’automedica e insieme all’’autista Gennaro Derrigo precipitarsi in casa in via Del Vespro.

Cinque lunghissimi minuti in mezzo al traffico impazzito dello shopping i due sono riusciti ad arriva.

“Ho messo in atto delle manovre di rianimazione che hanno liberato le vie respiratorie della bambina garantendole nuovamente la possibilità di respirare – racconta il medico – Nel frattempo era stata chiamata l’ambulanza che si trovava alla Noce all’ospedale Aiuto Materno e la piccola dopo che si è ripresa è stata trasportata all’ospedale dei Bambini. Qui è stata ricoverata, ma è sana e salva”. La piccola indiana è stata accolta dai medici dell’ospedale palermitano che la stanno curando per verificare che la crisi respiratoria non abbia provocato danni.