Parlare di paradosso è davvero riduttivo. Aumenta il disappunto dei 36 mila fan di Vasco Rossi che aspettavano di vedere il loro idolo a Messina il 26 giugno. Hanno in tasca un biglietto per un concerto che non si terrà. Dovranno aspettare il rimborso del ticket, o per i più volenterosi, spostarsi in un’altra location.

Carmelo Costa, organizzatore della tappa siciliana del tour di Vasco, da stamattina è impegnato in una lunga riunione con Raffaele Stancanelli, sindaco di Catania, per chiedergli la concessione, a settembre, dello stadio Cibali. Vasco si è infatti detto infatti disponibile a tenere due spettacoli a Catania.

Intanto, Giuseppe Buzzanca, sindaco di Messina tuona: “Lo stadio è nuovo. Ma c’è stato un errore progettuale. Chiederò il risarcimento danni a chi ha realizzato l’impianto per tutti i disagi provocati”.
Eppure, il crollo del muro di cinta del gigantesco impianto sportivo è in realtà un problema già annunciato. Tutti in città, non avrebbero mai scommesso sulla solidità di quella struttura costruita in una conca ed addossata ad una montagna.

Buzzanca tira un sospiro di sollievo. “Abbiamo avuto un imprevisto – dice – ma sono contento che il crollo si sia verificato prima del concerto. Cosa sarebbe accaduto se in quello stadio fossero entrate 36 mila persone? Abbiamo corso un rischio molto grosso”.

E in merito al concerto che non ci sarà più, minimizza. “Se gli organizzatori del concerto, pur avendo 25 giorni di tempo, non sono in grado di trovare un’altra location, io non posso farci nulla. Ci sono molti grandi stati nel Sud Italia . Non capisco quale sia il problema”.
Intanto, dall’ufficio stampa di Live Nation, società organizzatrice del tour di Vasco, nessuna novità. Tutto tace, peccato però che TicketOne stia continuando la vendita dei biglietti, ribadendo di non poter fare altrimenti sino a diversa comunicazione e di non aver ricevuto nessun aggiornamento da Livenation. Come è possibile? Domanda senza risposta.

L’unica certezza al momento è una: ci vorranno una nuova gara d’appalto, 550 mila euro ed almeno 3 mesi prima che lo stadio di Messina sia di nuovo agibile.
E intanto i fan aspettano…