Oltre 4 mila spettatori in visibilio: applausi senza fine per i quattro bis “Bocelli & Friends”. A Siracusa, il concerto di beneficenza per la Guardia di Finanza – unica tappa europea della tournèe estiva del celebre tenore toscano – ha riservato più di un fuori programma che, in un crescendo di applausi e di emozione da parte del pubblico che sin dalle prime ore del pomeriggio era in fila per assicurarsi i posti migliori fra gli spalti della cavea, è sfociato in una standing ovation finale per il potente “Nessun dorma” dalla “Turandot” di Puccini che ha siglato la serata presentata da Milly Carlucci.
“Friends” perché dopo la strepitosa esibizione con il soprano e Oscar della Lirica 2010 Desirèe Rancatore, l’Orchestra e il Coro del Teatro “Bellini” di Catania, Andrea Bocelli ha iniziato una sequenza di quattro bis – suscitando grande sorpresa fra il pubblico che sembrava non credere ai propri occhi – invitando a salire sul palco il tenore siciliano Marcello Giordani (nella foto) con cui ha intonato un vibrante “O sole mio” a due voci. A seguire, la commovente dedica a un altro “amico siciliano”, il tenore palermitano Vincenzo La Scola, scomparso prematuramente nell’aprile scorso.
Per lui, dalla scena del Teatro Greco si sono librate nell’aria le note di “Con te partirò”: una grande performance d’insieme che, insieme ai solisti Bocelli e Rancatore, ha visto protagoniste le voci bianche dei bambini dell’Accademia dell’Inda sostenuti dal coro e dall’orchestra del Bellini. Un bis in coppia con la cantante pop Ilaria Della Bidia e infine il saluto con il “Nessun dorma” che sulla chiusa del “Vincerò” ha esaltato gli spettatori, tutti in piedi ad applaudire entusiasti la grande prova degli artisti e il progetto benefico che ne era il motore e di cui si sono sentiti partecipi.
Un assegno simbolico, quello “firmato” sul palco dai generali della Guardia di Finanza Saverio Capolupo, Comandante Interregionale per l’Italia Sud Occidentale (Sicilia e Calabria) e Domenico Achille, Comandante regionale Sicilia, che nei prossimi giorni si tradurrà in un bonifico concreto di oltre 300 mila euro da dividere fra le quattro onlus prescelte.
Gratitudine e commozione da parte dei rappresentanti delle quattro onlus chiamati sul palco a raccontare la propria attività a favore dei cittadini più soli ed emarginati. Sono la Nuovi Orizzonti di Frosinone, per il quale è intervenuto Don Sergio Reali, M.A.G.I.S. di Roma (Movimento e Azione dei Gesuiti Italiani per lo Sviluppo), Missione di Speranza e Carità di Palermo, che ha visto sul palco Fratel Biagio Conte, e l’Istituto Sorelle Missionarie della Misericordia con sede a Carini, impegnato ad assistere ragazze madri e famiglie in difficoltà.