“Se vi trovate nei pressi di Palermo e volete assaggiare un grande street food andate dal nostro hero… NINU U BALLERINO”. E’ stato il famoso Nino di corso Finocchiaro Aprile a Palermo, così soprannominato per le sue mosse ritmate mentre “conza” i panini, a convincere la giuria di Street Food Heroes, il programma Mediaset che gira le città italiane per scovare il miglior cibo da strada.

Per il loro quarto appuntamento, il critico enogastronomico Mauro Rosati, l’american foodblogger Laurel Evans e lo chef “Rock” Francesco Fichera hanno scelto la quinta migliore città al mondo per street food (come risulta dalla classifica VitrualTourist che ha piazzato il capoluogo siciliano nella top five, preceduta da Bangkok, Singapore, Penang e Marrakesh).

La prima tappa palermitana è stata ai Cuochini di via Ruggero Settimo dove i tre giurati hanno assaggiato il più tradizionale dei cibi siciliani: l’arancina. La troupe si è poi spostata alla friggitoria Chiluzzo per gustare il pane con panelle e cazzilli (o crocchè che dir si voglia) e a seguire da Tony Carnazza per scoprire i “mangia e bevi”. La sfida all’ultima macchia di sugo si è però giocata sul pani ca’ meusa, nella duplice versione “schietta” e “maritata”, dove Nino ù Ballerino ha avuto la meglio sui panini di Porta Carbone e di Rocky Basile in corso Vittorio Emanuele (davanti la Vucciria).

La puntata palermitana del programma, in onda ogni venerdì su Italia2, sarà disponibile online a partire dal 17 giugno sulla pagina di Street foot heroes di VideoMediaset.