L’associazione Maria Santissima del Bosco ha compiuto 130 anni di costante presenza nel tessuto religioso e sociale della città. Sabato infatti, in occasione della ricorrenza del 130esimo anniversario della fondazione, nella sede dell’associazione religiosa sita in via Camiolo, ora divenuta “Confraternita” con decreto emesso il 12 marzo scorso dal vescovo della Diocesi di Piazza Armerina mons. Michele Pennisi, si è svolta una cerimonia interna presieduta dal presidente Giuseppe Manduca e don Giuseppe Giugno.

I 130 anni della Confraternita “Maria Santissima del Bosco” che attualmente è costituita da circa 120 confrati e 200 consorelle, sono stati festeggiati con la partecipazione di Carmelo Dragotta, 98 anni, il quale è il confrate più anziano della “Madonna del Bosco” .

Il presidente Giuseppe Manduca nel suo intervento, ha parlato dell’importanza del cambiamento dell’associazione religiosa a “Confraternita” per avere assunto una caratteristica più religiosa, mentre don Giuseppe Giugno nel suo intervento, ha tracciato i 130 anni di storia dell’associazione “Maria Santissima del Bosco:”la Confraternita ha detto” è stata l’anima cristiana della città ed ha tenuto sempre viva ed alta la fede popolare verso la Madonna del Bosco.

Fonte della Foto.