Dopo le ultime vicende di piazza Magione, dove sono stati scoperti numerosi esercizi commerciali abusivi dagli uomini delle forze dell’ordine, si riaccende un’altra polemica, questa volta legata al provvedimento del sindaco Orlando che regolarizza gli orari della movida cittadina.

Sul tema è intervenuto il presidente di Confartigianato Palermo, Nunzio Reina: “Crediamo sia ancora più paradossale accanirsi contro locali come le discoteche, costrette a staccare la musica esterna in orari assurdi”. Ed ancora: “Le zone franche della nostra città dovrebbero essere sorvegliate giorno e notte, invece si punta il dito contro le discoteche, i quali titolari hanno già autorizzazioni ben precise specie nelle zone balneari e non residenziali”.

Reina si oppone alla chiusura dei locali notturni, pensando principalmente ai giovani in quanto grande risorsa della città: “Anche loro hanno diritto di divertirsi come in tutte le altre parti del mondo. In questa città ci sono priorità ben più importanti.”