Negli ultimi tre anni, aveva reso la vita della moglie e del figlio minore un vero e proprio inferno, con maltrattamenti ed angherie di vario genere.

Il racconto, è stato fatto agli Agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Milazzo da parte di una donna, impaurita dalle minacce di morte del marito che le aveva imposto di non pronunciare mai la parola separazione.

Gli episodi di violenza intrafamiliare, sono accaduti fino ai primi di Novembre, quando la vittima ormai stanca ha deciso di denunciare tutto.

Il minuzioso lavoro della Polizia, ha trovato il riscontro per ogni singolo maltrattamento, ad esempio come quando il marito non ha esitato a colpire la consorte con una cinghia davanti al figlio ed ai suoceri, oppure in altre circostanze in presenza di vicini che cercavano di mettere pace ed un freno alle violenze.

A carico dell’uomo, è stata adottata la misura cautelare dell’allontanamento dalla Casa familiare, del divieto di avvicinamento alla consorte ed il poter intrattenere con la stessa qualsiasi contatto.