In Sicilia è scattato a mezzanotte di ieri il blocco dei trasporti. In diversi punti dell’Isola è partita la protesta, bagnata dalla pioggia, è promossa dagli Autotrasportatori Aias, dal Movimento dei Forconi, ma anche da pescatori, imprenditori agricoli e da altre organizzazioni.

Il fermo dovrebbe concludersi fra cinque giorni, ma a sentire alcuni dei tanti aderenti, quella che loro stessi definiscono come un rivoluzione potrebbe durare di più.

A sostegno dei manifestanti anche il popolo del web che in queste ore non sta facendo mancare il proprio appoggio. Pur subendo gli inevitabili disagi, la maggioranza degli internauti si schiera dalla parte dei movimenti che stanno dando vita alla protesta.

Intanto si registrano code sugli snodi delle principali arterie viarie della Sicilia. Non ha subìto, invece, rallentamenti il transito dei mezzi pensanti sui traghetti che operano nello Stretto di Messina.