Il Consiglio costituzionale francese ha deliberato in anticipo rispetto alla scadenza del 23 maggio sulle nozze gay. Pronuncia favorevole e primi matrimoni previsti nel mese di giugno.

La legge fortemente voluta dal governo socialista, approvata in Parlamento lo scorso 23 aprile, è stata oggetto di aspre polemiche nel mondo politico e nelle piazze francesi.

L’ok definitivo segna una grande vittoria per l’intero ambiente lgbt e arriva proprio nel giorno in cui si celebra la Giornata mondiale contro l’Omofobia.

Gi.Co.