Enel ha inaugurato a Catania la nuova Cabina Primaria dell’Università, che servirà il capoluogo etneo e gli utenti di Misterbianco, ma con benefici in tutta la provincia.

L’impianto é stato realizzato nell’ambito del Programma Operativo Interregionale Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico promosso dal Ministero Sviluppo Economico, dal Ministero dell’Ambiente e dalle Regioni. Un’opera da 5.6 milioni di euro che potenzierà la rete elettrica in Sicilia.

L’attivazione della cabina comporterà benefici per il servizio elettrico in termini di efficenza, affidabilità e sicurezza di funzionamento. Oltre a garantire una maggiore quantità di energia, consentirà di ridurre in maniera significativa la lunghezza media delle linee a media tensione e di ridurre il numero e la durata di eventuali interruzioni di energia elettrica.

Soddisfazione è stata espressa dal responsabile Enel Rete Sicilia Roberto Ruggiano che ha parlato di “un impianto con un beneficio che sarà per tutti, per i privati così come per le aziende che potranno godere di minori buchi di tensione oltre che di una qualità della tensione più regolare. Sarà più semplice per chi vorrà installare, ad esempio, un impianto fotovoltaico o eolico, potere essere connesso alla rete elettrica”.

Alla presentazione e all’inaugurazione del nuovo impianto sono intervenuti per Enel, Roberto Ruggiano, responsabile Rete Sicilia, per l’Universitá di Catania, il rettore Giacomo Pignataro, per il Comune di Catania, l’assessore ai Lavori Pubblici, Luigi Bosco e il presidente Confindustria Catania, Domenico Bonaccorsi di Reburdone.

La Cabina Primaria Università, realizzata in via Santa Sofia (nella foto)  è la nona in servizio a Catania e la ventiseiesima in provincia.