Alessandra Di Liberto, dirigente di ruolo dal 1993 della Regione siciliana, attuale commissario della Camera di Commercio di Palermo è
il nuovo commissario straordinario dell’Irsap.

Lo ha deciso la giunta regionale di governo che ha, così, superato l’impasse dovuta alle dimissioni di Alfonso Cicero e tenta di spegnere le polemiche che ne sono seguite.

Laureata in giurisprudenza, responsabile del servizio di controllo gestione centrale della Regione, si è occupata in passato di controllo strategico, servizi di pianificazione, turismo, trasporti. E’ stata nel consiglio di gestione del 118. “Una dirigente di grande professionalità, inflessibile sul
piano della legalità, del rispetto delle leggi e delle procedure – dice Crocetta -“.

Alessandra Diliberto è stata nominata su proposta del presidente Crocetta nella qualità di assessore ad interim come ultimo atto di questo suo mandato alle Attività produttive. r

Per evitare vacatio nell’incarico precedentemente ricoperto dalla Diliberto si è provveduto alla nomina del commissario straordinario della Camera di Commercio nella persona di Claudio Basso, attuale dirigente responsabile del servizio Artigianato dell’assessorato. Laureato in architettura, dal 2010 si è occupato di artigianato e credito alle imprese, di insediamenti produttivi, controllo e vigilanza delle Camere di Commercio dell’isola, di attività connesse all’Irsap. Ha lavorato anche all’Energia, esperto in finanziamenti comunitari, ha partecipato alla commissione di indagine sulla Camera di Commercio dopo le dimissioni di Helg.

Il commissariamento dell’Irsap è a termine, durerà tre mesi, nelle more di definire gli aspetti normativi legati al numero dei componenti del Cda dell’ente. Soddisfatto il presidente Crocetta per la rapidità con la quale il governo regionale ha provveduto ad assicurare all’Irsap una soluzione efficace che va nella direzione dell’azione già intrapresa di lotta al malaffare.

Sempre oggi sono stati assunti dalla Regione siciliana altri 4 testimoni di giustizia. Con le assunzioni di oggi, sono ormai 25 i testimoni di giustizia assunti alla Regione siciliana dopo i 4 contratti stipulati oggi, all’interno dei quali è inserita la palermitana Valeria Grasso.