Si è costituito il 27° colletto bianco su cui pendeva l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nell’ambito dell’operazione “Cala Spa”.  L’avvocato Alfredo Tortorici era ricercato dai carabinieri e si è costituito stamattina al carcere Pagliarelli di Palermo.

(>GLI INQUIRENTI SPIEGANO LA TRUFFA<).

Tortorici, secondo gli inquirenti, sarebbe al centro di uno dei misteri dell’inchiesta (>LE FOTO DELL’OPERAZIONE<). Lorenzo Romano, un consulente finanziario arrestato nell’operazione, sarebbe stato in contatto con un agente dei servizi segreti per “avere notizie indebite sul conto di altri componenti del sodalizio” e in particolare proprio sull’avvocato appena costituitisi (>GLI INQUIRENTI SPIEGANO LA TRUFFA<).

Salgono quindi 27 le persone arrestate (>LE FOTOGRAFIE DEGLI ARRESTATI<). Sono tutti ritenuti responsabili, a vario titolo, di “associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati contro il patrimonio, anche ai danni di noti istituti di credito e numerose società finanziarie, e la pubblica fede, nonché di riciclaggio degli illeciti profitti”(>LE SOCIETA’ CHE SI AUTODISTRUGGEVANO DOPO L’USO<).

(>LEGGI E ASCOLTA LE INTERCETTAZIONI<)