Era davvero vasta la rete dei fiancheggiatori del superboss Messina Denaro sgominata stamane dalle forze dell’ordine. Un’organizzazione assai complessa all’interno della quale ognuno svolgeva un compito ben preciso.

GUARDA LE FOTO DEGLI ARRESTATI

In manette sono finiti: Vito Gondola, 77 anni, allevatore pluripregiudicato, reggente del mandamento mafioso di Mazara del Vallo; Michele Gucciardi, 61 anni, imprenditore agricolo pregiudicato, reggente della famiglia mafiosa di Salemi; Giovanni Domenico Scimonelli, 48 anni, nato a Locarno (Svizzera), imprenditore pregiudicato, uomo d’onore della famiglia mafiosa di Partanna; Pietro Giambalvo, 77 anni, nato a Ustica, allevatore pregiudicato, uomo d’onore della famiglia mafiosa di Santa Ninfa (TP) così come Vincenzo Giambalvo, 38 anni e Sergio Giglio, 46 anni; Ugo Di Leonardo, 73 anni, geometra in pensione, incensurato; Michele Terranova, 46 anni, allevatore, incensurato; Giovanni Mattarella, 49 anni, commerciante pregiudicato, uomo d’onore della famiglia mafiosa di Mazara del Vallo; Leonardo Agueci, 27 anni, ragioniere incensurato di Gibellina; Giovanni Loretta, 42 anni, autotrasportatore.

Sono tutti indagati per associazione a delinquere di stampo mafioso per aver agevolato la latitanza di Matteo Messina Denaro, Giovanni Mattarella, Leonardo Agueci e Giovanni Loretta sono anche indagati per favoreggiamento aggravato dalla modalità mafiosa.

Sono state eseguite 18 perquisizioni personali e domiciliari nei confronti di altri soggetti indagati a piede libero nell’ambito del medesimo procedimento penale.

Sono attualmente in corso verifiche di natura finanziaria presso alcuni istituti di credito svizzeri, ove si ritiene plausibile che alcuni indagati possano aver trasferito somme di denaro finalizzate al sostentamento economico del latitante.

Gli arrestati sono stati tutti condotti in carcere.