Oltre 35 mila studenti, provenienti da tutta la regione, sono attesi a Palermo per la tre giorni di Orienta Sicilia. La fiera dell’Università e dei mestieri che si è aperta oggi, riservata ai giovani che presto si diplomeranno e dovranno scegliere quale strada imboccare in direzione del loro futuro professionale.

Oltre 70 sono gli atenei presenti a villa Lampedusa con i loro stand. Ma ci sono anche punti informativi per l’arruolamento di polizia carabinieri guardia di finanza ed esercito. “Penso di scegliere l’esercito italiano, – spiega Ilenia Titone – perché  in futuro vorrei entrare nelle forze dell’ordine. E’ più facile farcela se prima si presta servizio nell’esercito”.

Le professioni sanitarie sono quelle che, secondo le statistiche sul mercato del lavoro, offrono maggiori opportunità di lavoro e gli studenti ne sono consapevoli. “Credo che proverò a entrare alla facoltà  di Scienze infermieristiche – sostiene Laura Graffeo. – E’ uno dei pochi corsi di laurea che offre la possibilità di trovare lavoro appena terminati gli studi”.

La manifestazione si sarebbe dovuta tenere a nei locali di Sant’Erasmo ma pochi giorni prima dell’inizio della manifestazione il Comune di Palermo ha negato la concessione gratuita e si è dovuto spostare tutto a Villa Lampedusa, a pagamento. “Questo cambiamento spiega Anna Brighina, presidente dell’associazione Aster, organizzatrice di Orienta Sicilia – ha comportato un notevole dispendio di risorse. Non capiamo perché il Comune abbia cambiato idea all’ultimo minuto ma, di certo, non potevamo far saltare un evento importante per i giovani siciliani”