Sarà un organismo tecnico terzo, super partes a decidere, alla presenza dei sindaci, come sarà strutturata l’offerta sanitaria dell’Ospedale di Avola Noto, verificando la bontà delle scelte della Regione e l’eventuale proposta alternativa.

È stato deciso nel corso di una riunione che si è svolta all’assessorato regionale della Salute tra l’assessore Massimo Russo, il direttore generale dell’Asp di Siracusa Franco Maniscalco, e i sindaci di Avola e Noto, Tonino Barbagallo e Corrado Valvo.

“È stato un confronto proficuo – ha detto l’assessore Russo – perché c’è stata piena condivisione del metodo: pur non entrando nel merito della decisione finale è stato chiaro a tutti che le scelte dell’assessorato serviranno a garantire un’offerta sanitaria sul territorio molto più efficiente, efficace e razionale.

Sono rimasto soddisfatto anche per il clima di collaborazione nel quale si è svolto il confronto: dopo le polemiche accese dei giorni scorsi, che hanno creato tensioni tra le popolazioni dei due comuni, oggi i toni della discussione sono stati estremamente sereni ed entrambi i sindaci hanno deciso di rimettersi alle decisioni che in tempi abbastanza rapidi saranno assunte dalla commissione chiamata a valutare gli aspetti tecnici”.