E’ un’Inter super fiduciosa dei propri mezzi quella che arriva a Palermo dove domani sera, al Barbera, cercherà di mettere in pratica il più classico dei “non c’è due senza tre” dopo le vittorie consecutive  con Sassuolo  in campionato (7 a 0) e nell’esordio in Europa League.

Nell’Inter è dato incerto Kovacic che in settimana si è fermato a causa di un affaticamento muscolare –  al suo posto dovrebbe giocare M’vila – mentre saranno in campo Medel, il combattente cileno che è già nel cuore dei tifosi nerazzurri ed il giovane D’Ambrosio che nell’esordio europeo ha segnato il gol vittoria fuori casa.

Nel Palermo Iachini potrebbe annunciare qualche novità: Belotti parte dalla panchina mentre Feddal potrebbe essere sostituito da Bamba.
Sulla fascia vedremo il rientrante Lazaar al posto di Daprelà che pure nella sfortunata trasferta al Bentegodi non aveva demeritato.

Per il resto la squadra rosanero si preannuncia con la stessa formazione base che ha iniziato il campionato con Rigoni, al centro del campo, chiamato a confermare la prima buona stagionale offerta contro il Verona di Mandorlini, questa volta davanti  al pubblico del Barbera.

Iachini in due partite ha raccolto un solo punto ed ha deciso di tenere ancora Belotti in panchina malgrado che,  nonostante le smentite del presidente, sia gia’ considerato a rischio esonero. “Io con Zamparini e la societa’ ho un ottimo rapporto – assicura il tecnico rosanero a Sky Sport 24 – Vado avanti per la mia strada, so di guidare un gruppo di ragazzi che mi segue e con il quale stiamo portando avanti un percorso tattico importante”.

“L’Inter e’ una squadra molto forte e Mazzarri e’ un ottimo tecnico. In questa squadra si vede la mano dell’allenatore nell’organizzazione, nella mentalita’, nell’attenzione ai dettagli, poi in rosa ci sono giocatori di grande spessore internazionale e di grandi qualita’.