Il quartiere Cep a Palermo è invaso dai rifiuti. La denuncia arriva dal consigliere della VI circoscrizione Santino Spina. Il consigliere attacca direttamente l’amministrazione comunale e la Rap, la nuova società che gestisce i rifiuti che ha preso il posto dell’Amia.

“Fra la via Pietro Scaglione e la via Brunelleschi – denuncia Spina – i rifiuti, che dovrebbero essere raccolti almeno ogni due giorni, non vengono prelevati da una settimana e tutto ciò è inconcepibile per la gente che vive la quotidianità del quartiere. Soltanto nel civico 20/A di via Pietro Scaglione abitano 400 famiglie, se consideriamo l’intera via, invece, si superano le mille.

“La situazione è critica – attacca il consigliere -. I cittadini sono stanchi di vivere nel degrado e le lamentele non fanno che confermare ancora di più il fallimento dell’amministrazione comunale e dei responsabili della Rap”.

“I cittadini pagano la Tares e non accettano di vivere in questo degrado. Non ci sono giustificazioni – conclude Spina -. È inaccettabile che i bambini giochino in mezzo all’immondizia dove sono stati avvistati anche dei ratti e debbano fare lo slalom tra i sacchetti dell’immondizia. Non si può lasciare una città immersa nei rifiuti. C’è un problema di fondo, significa che i servizi non funzionano e, questo, mette in luce il fallimento della politica comunale che non riesce a mantenere pulita la nostra città“.