Una ventina di persone coinvolte, tre denunciate e soprattutto un locale devastato. E’ l’esito della maxi rissa avvenuta fra sabato e domenica ai Chiavettieri in una delle zone più affollate della movida palermitana.

Una ventina le persone coinvolte e alcune delle quali soccorse dai sanitari del 118 e trasportate in ospedale. Gli scontri anche a colpi di bottiglie sono scoppiati alle quattro di notte. Un locale, una pizzeria è andata distrutta. Tante le volanti della polizia intervenute insieme a diverse ambulanze.

Nel corso della colluttazione sono intervenuti i componenti di un’altra comitiva che stavano tornando dalla Vucciria. Anche loro hanno preso parte alla scazzottata. Secondo il racconto di alcuni testimoni uno dei partecipanti alla rissa avrebbe impugnato un macete.

Ma a colpire, all’indomani della notizia nuda e cruda, sono due elementi. da una parte il fatto che il locale sia stato devastato nel silenzio generale di tutti gli altri esercenti, dei passanti, dei fruitori della movida. Dall’altro le immagini, terribili, della rissa degne di un qualsiasi film western.

Una rissa da saloon nella Palermo del 2015. una cose decisamente inaccettabile