I sindacati hanno indetto lo stato di agitazione del personale dell’Asp di Palermo e convocato per domani dalle 10 alle 14 un’assemblea di tutti i dipendenti all’assessorato regionale alla Salute ”per manifestare – si legge in una nota – il disagio per i ripetuti tagli ai fondi contrattuali e per il mancato reperimento delle risorse necessarie a garantire il salario accessorio a 700 contrattisti che rischia di produrre un impoverimento delle retribuzioni di tutti e di determinare una forte e grave contrapposizione fra lavoratori di ruolo e contrattisti”.

Le organizzazioni sindacali chiedono che una delegazione di dipendenti sia ricevuta dall’assessore ”per sbloccare una volta per tutte il processo di stabilizzazione che da circa 25 anni attanaglia la sanità siciliana e che solamente oggi potrebbe trovare una soluzione definitiva con l’impegno di tutte le forze sociali e politiche”.

im