“Fare presto sul Tram a Palermo”. La Cgil scende in campo a sostegno delle iniziative per sollecitare l’inaugurazione del Tram e condivide la richiesta emersa dal basso, da comitati spontanei di cittadini, da studenti, dai lavoratori, che aspettano di poter utilizzare la nuova infrastruttura.

Sollecitiamo il consiglio comunale a trovare un’intesa in tempi rapidi, puntando su una soluzione condivisa che metta al centro l’interesse dei cittadini, che aspettano quest’opera da anni e continuano nel frattempo a subire tanti disagi – dichiarano il segretario Cgil Palermo Enzo Campo e Mario Ridulfo, responsabile partecipate Cgil Palermo – Ci auguriamo che il tram non diventi terreno per l’ennesimo scontro politico di questa città. Mantenere il tram inutilizzato comporta penali e costi di gestione elevati: è un prezzo o troppo alto da far sostenere alla collettività.

L’amministrazione comunale eviti di fare cassa con le Ztl, che comunque vanno create sulla scorta dell’esempio delle altre città italiane. Invece di perdere tempo, il Comune si impegni a intervenire sul traffico costruendo un servizio pubblico sempre più efficienti e predisponendo nuove linee del tram. Non si può aspettare la fine dei lavori per stabilire chi debba avere in gestione il tram. Rischiamo di avere una struttura tra le più moderne in Europa inutilizzata e a rischio di essere vandalizzata”.