Quarta sconfitta di fila per il Palermo di Iachini che subisce un pesante 4-2 dalla Roma. Primo tempo regalato agli ospiti a causa di una formazione palesemente in difficoltà in difesa e senza punte. Va un po’ meglio nella ripresa con l’ingresso in campo di Gilardino ( che segna il suo primo gol rosanero)e Quaison, ma l’impeto dei padroni di casa si spegne sul nascere quando dopo il momentaneo 2-3 di Gonzalez arriva la doppietta di Gervinho.

Palermo subito in svantaggio: basta una facile triangolazione dei giallorossi e i difensori rosa vengono fatti fuori come birilli e per Pjanic è un gioco da ragazzi metterla dentro. Reazione flebile dei rosanero con Vazquez che si divora una ghiotta opportunità a porta vuota dopo una svarione di Szczesny, la sfera calciata dal Mudo termina debolmente fuori. Dopo pochi minuti raddoppio della squadra di Garcia con Florenzi. La squadra di Iachini è palesemente frastornata e senza equilibri tattici, visto che la difesa è un colabrodo, al centrocampo c’è un’abbondanza di centrocampisti centrali e l’attacco senza punte è evanescente. Il terzo gol infatti non tarda ad arrivare e lo segna Gervinho in contropiede.

Nella ripresa entra Alberto Gilardino, l’attaccante di Biella ripaga subito la fiducia di Iachini con un bel gol. Si sblocca finalmente il numero 11 rosanero che ha nella Roma uno dei suoi bersagli preferiti. Entra anche Quaison, ma Dopo dieci minuti di belle giocate da parte di Vazquez e compagni, la manovra rosa si affievolisce, e si risveglia solo nel finale con un bel gol di Gonzalez di testa dopo un cross pennellato da Quaison. Le speranza del pari però dura solo pochi istanti perchè nel contropiede successivo Gervinho ristabilisce il doppio vantaggio fissando il risultato finale sul 2-4.