Una bambina di due anni è stata portata all’ospedale dei Bambini di Palermo con una ferita agli organi genitali. La bimba sanguinava e i medici l’hanno trasportata in sala operatoria per suturare la ferita.  Ad accompagnare la piccola in ospedale è stato il padre.

I medici del pronto soccorso hanno chiamato, come da protocollo, la polizia che ha iniziato le indagini per stabilire le cause della ferita. “Al momento non si può escludere nulla – dice il direttore sanitario dell’ospedale dei Bambini Giorgio Trizzino – La bambina non è in gravi condizioni e resterà in ospedale in osservazione. Sono in corso accertamenti per stabilire cosa abbia provocato la lesione”.

Nelle scorse settimane una bambina di tre anni era stata ricoverata sempre all’ospedale dei Bambini perchè la piccola avrebbe ingerito del metadone. La sostanza sarebbe stata data dai genitori per errore. La piccola aveva l’influenza e i genitori avrebbero dato un cucchiaino scambiandolo per sciroppo per la tosse. La bimba si è sentita subito male ed è stata portata d’urgenza all’ospedale dei Bambini.

I poliziotti sono andati in casa con il padre della piccola nella zona di Sant’Agostino per sequestrare le boccette per analizzare il contenuto. Secondo le prime indagini era il padre a fare uso di metadone perché tossicodipendente.