Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro e del Comando Provinciale di Palermo insieme agli Ispettori civili, hanno denunciato il titolare di un officina meccanica nella zona di Brancaccio per l’assoluta mancanza di rispetto delle norme di sicurezza e per avere impiegato tre operai in nero.

I militari non hanno trovato il documento di valutazione dei rischi; la nomina del responsabile del servizio di prevenzione e protezione; la nomina del medico competente; la formazione e informazione dei lavoratori dipendenti; la consegna dei dispositivi di protezione individuale; la valutazione del servizio elettrico.

L’officina meccanica è stata sequestrata perché sconosciuta all’amministrazione comunale. Salato il conto da pagare per l’artigiano: 36 mila e 500 euro più 15.600 euro per i lavoratori in nero.

I controlli sono proseguiti in un cantiere edile. Anche qui numerose le contestazioni sull’assoluta mancanza di sicurezza. E’ scattata la denuncia del titolare e la sospensione dell’attività per la presenza di un operaio in nero su tre.