Dopo il sequestro del settembre scorso del Nucleo Tutela Patrimonio Artistico dei Vigili Urbani di Palermo, su mandato della Procura, Legambiente Sicilia continua ad occuparsi dello Stand Florio, la particolare costruzione di via Messina Marine, realizzata nel 1906 su progetto di Ernesto Basile.
Il bene è stato anche inserito nella black list, “SOS Heritage, la bella Sicilia che sta scomparendo”, tra i monumenti in grave pericolo e abbandono.

Ci poniamo l’obiettivo – dichiara Gianfranco Zanna, direttore regionale di Legambiente Sicilia – di averlo in concessione, recuperarlo e metterlo a servizio del territorio per attività culturali e sociali. Cominciando ad adottarlo in modo fattivo e concreto, abbiamo organizzato, in raccordo con l’AMIA, una pulizia straordinaria del sito, per portare via tutti i suppellettili e mobilia varia lasciati nei locali da chi, prima del sequestro, l’aveva trasformato in rifugio e ritrovo”.
L’appuntamento è per sabato 2 marzo dalle ore 9.30, in via Messina Marine, accanto all’ex deposito locomotive di Sant’Erasmo.

ve.fe