Cassaintegrati e lavoratori in mobilità stanno manifestando a Palermo davanti alla sede della prefettura. Chiedono l’accelerazione degli iter per l’emanazione dei decreti ministeriali propedeutici all’erogazione degli ammortizzatori sociali in deroga da parte dell’Inps.

Secondo la Fiom, nel Palermitano, sono circa 2 mila gli operai in cig o mobilità in deroga; ma secondo il sindacato “potrebbero aumentare da qui alla fine dell’anno”. “La situazione dei lavoratori iscritti nelle lista di mobilità in deroga – dice il segretario provinciale della Fiom di Palermo Francesco Piastra – è drammatica. Ci sono lavoratori che da mesi non percepiscono il sussidio”.

“Il ministero del lavoro non riesce ad smaltire le pratiche di cassa integrazione straordinaria nei tempi previsti dalla legge, – aggiunge – cioè 60 giorni, e ci sono lavoratori da 7 mesi senza sussidio; chiediamo l’istituzione di un tavolo permanente in prefettura con l’assessore regionale al Lavoro e le parti sociali”.