Screening gratuito del diabete domani pomeriggio, dalle ore 14 alle 18, per la comunità ivoriana residente a Palermo. Nell’ambito di un progetto che ha l’obiettivo di favorire l’accesso dei cittadini stranieri affetti da diabete mellito ai servizi sanitari, l’Asp ha organizzato a Palazzo Cefalà di via Alloro il primo di una serie di incontri finalizzato sia a fornire informazioni, che a consentire di eseguire lo screening.

Nell’iniziativa di domani saranno impegnati 2 diabetologi, un internista, 2 infermieri e 3 mediatori culturali, oltre a volontari dell’Associazione “Danilo Dolci” e ad Antonio Romano, esperto di medicina delle migrazioni.

“Il progetto dall’Unità Operativa Promozione della Salute degli Immigrati – ha spiegato il Commissario straordinario dell’Asp, Antonino Candela – nasce dalla constatazione che, a fronte di un’alta prevalenza del diabete presso alcuni gruppi di migranti, soprattutto quelli provenienti dall’Asia, il numero di coloro i quali accedono al secondo livello di cura (visite specialistiche, esenzione ticket e fruizione di ausili e presidi, ndr) è esiguo.

C’è, quindi, la necessità di far conoscere i servizi che l’Asp può offrire ai diabetici”. Quello con la comunita’ ivoriana sara’ il primo di una serie di incontri per sensibilizzare al problema. “L’obiettivo e’ l’educazione all’autogestione della malattia ed a regimi dietetici culturalmente compatibili – ha spiegato Ornella Dino, Responsabile dell’Unita’ Operativa Promozione della Salute degli Immigrati – abbiamo, già, realizzato un centro di orientamento per i pazienti diabetici con accesso diretto aperto nelle giornate di giovedì presso l’Aiuto Materno di Palermo (Telefono 091.7035465, ndr). Nella struttura lavorano un diabetologo, un assistente sociale ed un mediatore transculturale”.