Terza sconfitta di fila per il Palermo che perde a Torino per 2-1. Dopo il ko con il Milan e con il Sassuolo arriva un’altra delusione per Sorrentino e compagni. L’attacco rosanero non è ispirato, perché Vazquez si sveglia troppo tardi, mentre Gilardino subentrato dalla panchina resta ancora a secco.

All’Olimpico di Torino si disputa un match poco spettacolare nel primo tempo, ma che si accende nella ripresa con un eurogol di Benassi. Nel primo tempo un’autogol di Gonzalez porta in vantaggio i padroni di casa, ma dopo il raddoppio dei granata, lo stesso costaricense si fa perdonare con un gol di testa che accorcia le distanze.

Primo tempo noioso con Iachini che rispolvera un modulo senza punte, positivo nelle prime giornate di campionato, con Vazquez alle spalle di Trajkovski e Quaison. In porta torna Sorrentino, mentre a centrocampo c’è Hiljemark in cabina di regia. La partita è brutta e le due squadre lottano in mezzo al campo: dopo un colpo di testa di Daprelà è il Palermo a rendersi pericoloso, con una splendida punizione dei Trajkovski, che però si stampa sull’incrocio dei pali. Nel finale di tempo sfortunata autorete di Gonzalez.

La ripresa si accende subito con un gol da cineteca di Benassi, che servito con un lancio da centrocampo da Maxi Lopez, infila Sorrentino all’incrocio. Iachini lancia Gilardino per Rispoli con i rosanero che avanzano il baricentro con il Toro che inizia a vacillare: al 15′ della ripresa infatti Molinaro viene espulso per una doppia ammonizione. In superiorità numerica il Palermo dimezza lo svantaggio con Gonzalez e poi inizia un’assedio alla porta di Padelli, ma l’azione più pericolosa si registra solo al 92′ con la seconda traversa del match, questa volta è Struna a colpirla di testa. In precedenza viene espulso anche Obi per un fallo di frustrazione su Vazquez. Ma non c’è nulla da fare, perchè nonostante la doppia inferiorità numerica dei granata, i rosanero non pervengono al pari e subiscono la terza sconfitta di fila.