Protestano oggi e domani centinaia di dipendenti delle società partecipate in house delle ex Province siciliane. La riforma infatti non darebbe loro alcuna garanzia sul proprio posto di lavoro.

In una nota Filcams Cgil, Fisascat Cisl e e Uiltucs Uil hanno spiegato che i lavoratori scenderanno in piazza “considerato che oggi nessuna risposta concreta é stata data e permangono dubbi e incertezze sul futuro occupazionale di questi lavoratori”.

Oggi si tengono due sit-in: il primo nell’atrio di Palazzo Comitini a Palermo, sede dell’ex Provincia, il secondo davanti all’Ars. Gli stessi lavoratori domani dalle 9 alle 18 manterranno il sit-in davanti all’Ars e chiederanno un incontro alla commissione Bilancio alla presenza dell’assessore all’Economia.