E’ già cominciata la possibile ripartizione degli otto seggi che spettano alla circoscrizione Insulare. Secondo alcune proiezioni sviluppate dal Pd siciliano e sardo, per i democratici, che nella circoscrizione Isole si attestano poco sopra il 36%, scatterebbero 3 seggi.

Improbabile, ormai, appare l’ipotesi dell’attribuzione di un quarto seggio se l’Ncd di Angelino Alfano a livello nazionale non superasse la soglia di sbarramento al 4%. Un rischio che sembra definitivamente archiviato visto l’assestamento del partito del ministro degli Interni al 4,1%. Per il Nuovo centrodestra, dunque, sembra certa l’attribuzione di un seggio anche nell’Italia insulare.

Al Movimento 5 Stelle, invece,andrebbero due seggi ed altrettanti a Forza Italia: si attesterebbero rispettivamente al 27 per cento e a quasi al 20.

Nel partito democratico, i conti sembrano già essere chiusi per Renato Soru, il candidato sardo, che è saldamente in testa con una messe di voti ottenuta proprio in Sardegna dove dovrebbe attestarsi su 80mila preferenze, seconda Caterina Chinnici (che attualmente solo a Palermo in metà delle sezioni scrutinate avrebbe incassato un bottino di 20 mila voti). Per la terza piazza, il duello sarebbe fra il professore Giovanni Fiandaca e la giornalista Michela Giuffrida, particolarmente forte nella sua Catania.

Alle 4.30 del mattino, i dati ufficiali del Viminale confermano le proiezioni delle segreteria democratiche: Soru doppia la capolista nella circoscrizione Isole con 112.471 voti contro i 56.503 della Chinnici. Sembra ormai stabile il posto di terza fra le preferenze la giornalista catanese Michela Giuffrida con 43.677 voti seguita dall’assessore Michela Stancheris con 36.380 voti. Il professore Giovanni Fiandaca quarto con 34.899 voti. I dati sono parziali con i voti scrutinati provenienti da 637 comuni su 767 della circoscrizione insulare.