È vero, l’Italia è uno Stato dove tutto succede e tutto può succedere...

Ero convinto che la nostra fosse una Repubblica fondata sul lavoro.

Ovviamente mi sono subito ricreduto.

Notizia clamorosa, da evidenziare a caratteri cubitali: Regione Campania e precisamente, Torre del Greco. Una ditta, operante nell’ambito della raccolta dei rifiuti, bandisce 10 posti di lavoro per operatori ecologici.

Ovviamente gli aspiranti non sono 11 o 13, ma ben quattrocentoLa selezione però, non avviene tramite colloquio o esame preliminare, come dovrebbe essere in un paese normale, ma tramite SORTEGGIO.

Sì, avete capito bene, attraverso un sorteggio…

L'”originale” idea è venuta al sindaco del centro campano. Ovviamente super contenti i cosiddetti vincitori. Meno i perdenti

Siamo arrivati all’assurdo.

Con il dovuto rispetto per la “genialità del centro campano e del suo sindaco, trovo inaudito che un DIRITTO come il “lavoro, sia deciso con una lotteria.

Povera Italia, anzi no, poveri noi che dobbiamo assistere e sottoporci a situazioni ridicole e mortificanti per trovare un posto di lavoro.

Una domanda mi “martella” il cervello giornalmente:

Vivo in un paese democratico o in uno Stato che va avanti ad espedienti e fantasia?

Più andiamo avanti e più mi convinco che siamo al capolinea. Piango per il futuro e per chi dovrà vivere in queste condizioni.

Il mondo va così purtroppo, e non penso che un giorno cambierà in meglio.

E non venitemi a dire che vivo di pessimismo.

Io per natura sono un ottimista. Non ho paura delle idee, certe volte però, ho paura che vengano attuate…