Gli abitanti di via Calpurnio e delle vie limitrofe, a Mondello, potranno tornare a casa. Lo ha stabilito il sindaco Leoluca Orlando con un’ordinanza sindacale firmata oggi, che revoca quella emessa a seguito del crollo dei giorni scorsi.

Secondo i tecnici, incaricati in somma urgenza degli accertamenti sulle pareti rocciose interessate dalla frana, “il crollo non ha innescato ulteriori cinematismi o dissesti e permangono le condizioni antecedenti all’evento.

Nel provvedimento, viene comunque ribadito che “gli immobili oggetto dell’ordinanza in ogni caso, rientrano in area PAI a rischio R4, dove
in base alla classificazione nazionale sono possibili la perdita di vite umane o lesioni gravi alle persone, danni gravi agli edifici, alle infrastrutture e al patrimonio ambientale, la distruzione delle attività socio-economiche”.

L’Amministrazione comunale, nelle more che si completi l’iter burocratico previsto dalla normativa, ha comunque provveduto all’affidamento dei lavori per il consolidamento del costone roccioso interessato dalla frana e la ditta incaricata dei lavori comincerà le opere a partire da giorno 10 dicembre prossimo.