La crisi del settore della pesca approda a Bruxelles. La Regione siciliana ha infatti presentato un dossier  con le osservazioni siciliane alla nuova politica comune della pesca (Pcp) che ridisegna il settore in tutta Europa.

«Il problema maggiore – afferma Giovanni Tumbiolo, presidente del distretto – sta nel fatto che le peculiarità della pesca siciliana e mediterranea non sono mai state tenute nella giusta considerazione nelle politiche europee».

Tumiolo ha spiegato che in Sicilia ‘il  settore è stato messo alle corde da una serie di divieti che limitano tutto’.

Il documento e le osservazioni della Regione, fanno già parte delle modifiche che la Conferenza delle regioni periferiche e il Comitato delle Regioni stanno tentando di inserire a correzione della nuova programmazione comunitaria della pesca.

La crisi della pesca è stata una delle cause scatenanti della protesta che è dilagata in Sicilia qualche settiman fa.