Eros Pisano sta recuperando dall’infortunio. La sua assenza si è fatta sentire in questo periodo, ma il peggio sembra essere passato: “Sto abbastanza bene, ho svolto in passato un lavoro differenziato, sono tornato in gruppo da poco vedremo in questi giorni. Munoz? Lui ha fatto bene in un ruolo non suo. Forse io ho maggiore propensione offensiva, ma non mi sento imprescindibile. Ho voglia di recuperare il tempo perduto. Questo per me è un anno importante, il primo in serie A e mi è dispiaciuto dovermi fermare. Sono riuscito ad anticipare i tempi di recupero e sono contento per questo”.

Pisano si sofferma sul nuovo tecnico Mutti, visto che quando si è infortunato c’era Mangia: “Entrambi pretendono tanta aggressività e concentrazione, non ci sono dunque molte differenze tra le due metodologie di lavoro. Ho parlato poco con il mister, ha avuto poche possibilità di vedermi visto il mio lavoro differenziato, io comunque lavoro bene e sono a sua disposizione. La mia stagione? Non credevo di fare cosi bene. Adesso so che rientrare non sarà facile, ma conto di recuperare al meglio prima possibile”.

Il prossimo avversario è il Novara, affrontato in trasferta qualche settimana fa quando il Palermo in vantaggio 2-0 si fece rimontare nel finale: “E’ sempre difficile giocare contro formazioni che devono salvarsi. Loro metteranno in campo tanto agonismo e si chiuderanno alla ricerca anche di un punto, per muovere la loro classifica”. Sulla situazione della squadra Pisano afferma: “Spero che con la vittoria di domenica sia passata la crisi. Vincere col Genoa è stato importante, anche per poter lavorare con maggiore tranquillità”. (italpress)

sc