Numerose le reazioni del mondo antiracket e politico agli arresti di tre estorsori dopo la denuncia del presidente di Confindustria Trapani Gregorio Bongiorno.

”Chi decide di denunciare i propri estorsori va sempre sostenuto: è una scelta difficile e coraggiosa che coinvolge anche la sfera personale, e deve essere incoraggiata”, dice Baldo Gucciardi, presidente del gruppo Pd all’Ars. Il deputato regionale Mimmo Turano dice che ”il Presidente di Confindustria Trapani Gregory Bongiorno ha testimoniato, con la denuncia dei suoi estortori, che la Sicilia sta cambiando e che si sta costruendo una nuova classe dirigente in grado di affrontare la sfida contro il malaffare e le organizzazioni criminali”.

“Al presidente di Confindustria Trapani Gregory Bongiorno va tutta la nostra vicinanza per un gesto di grande coraggio che può aiutare tanti altri imprenditori nelle sue condizioni. Chi sceglie, con eroismo, di non piegarsi alla prepotenza mafiosa deve trovare nelle istituzioni un riferimento continuo e un sostegno incessante”. Cosi’ in un comunicato il ministro della Pubblica amministrazione, Gianpiero D’Alia.

“La denuncia del presidente di Confindustria Trapani, Gregory Bongiorno, è un segnale importante contro il racket delle estorsioni e per combattere la mafia. Ma ancora piu’ importante e’ che questo segnale venga raccolto da tutti gli imprenditori e gli operatori economici che operano nel territorio”. Lo dice il senatore Giuseppe Lumia, capogruppo del Pd in Commissione giustizia. “La collaborazione con la magistratura e le forze dell’ordine – aggiunge – e’ l’unica scelta possibile in grado di liberare l’economia dal giogo mafioso che stritola le imprese sane che creano ricchezza e occupazione. E’ questo il modo migliore per promuovere legalita’ e sviluppo e colpire il sistema criminale e finanziario di cui si nutre la mafia di Matteo Messina Denaro”.

“Ancora una volta il settore dei rifiuti si conferma al centro degli interessi mafiosi: in questo caso però i boss hanno dovuto fare i conti con il Presidente di Confindustria Trapani che ha detto “no al pizzo” da imprenditore e da cittadino: il suo gesto è di esempio e rappresenta la stragrande maggioranza dei siciliani, onesti e coraggiosi, che si sono affrancati dalle miserie del racket e dalla sub cultura mafiosa”. Lo dichiara il Presidente della Commissione Ambiente del Senato Giuseppe Marinello commentando gli arresti di questa mattina contro Cosa Nostra.

“Il plauso dell’intera Commissione Ambiente del Senato – conclude il Presidente Marinello – va anche alle Forze dell`Ordine e alla Magistratura che, non solo non abbassano la guardia, ma accompagnano il cammino di legalità che in Sicilia è però a buon punto: oggi l`ennesimo segnale”.

”Complimenti a magistratura e forze dell’ordine che con tempestività hanno condotto una brillante operazione in provincia di Trapani, arrestando 3 estorsori, dopo la denuncia del neo presidente di Confindustria Trapani, Gregory Buongiorno. Sono convinta che il modello legalità è la precondizione essenziale per creare vero sviluppo in Sicilia e un futuro piu’ roseo per le attivita’ produttive siciliane”. Lo ha detto l’assessore regionale alle Attivita’ produttive dellsa Sicilia, Linda Vancheri.