In seguito alle ingenerose ed irresponsabili dichiarazioni sul porto di Augusta del sottosegretario alle Infrastrutture De Caro, che non meritano nemmeno di essere prese in considerazione, per l’assurdità delle tesi sostenute, o il Ministro Del Rio smentisce il suo sottosegretario, oppure tutti sappiano che inviterò la popolazione alla “rivolta” contro il Governo Nazionale”.

Lo dichiara l’onorevole Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS.
“Nessuno può violare la legge, nemmeno i Ministri della Repubblica ed i loro sottosegretari che, anzi, dovrebbero essere da esempio per tutti i cittadini.

Con la presunta decisione del Governo Nazionale di scippare la sede della Autorità Portuale alla provincia di Siracusa è stata violata la legge!
Le direttive europee e il Consiglio dei Ministri, le Commissioni VIII e IX della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica hanno deciso che sia Augusta la sede della Port Authority.

Come può ora un singolo uomo o lo stesso Consiglio dei Ministri determinarsi in violazione delle norme legislative vigenti?
Sa il sottosegretario che la Regione Siciliana ha podestà esclusive sui porti e che quindi ogni decisione deve prima essere concertata col Governo regionale?

E a proposito delle strutture eccellenti che ha il porto di Catania, sa il sottosegretario che due settimane fa ho dovuto insediare una Commissione di indagine per accertare le modalità i tempi di attuazione su alcune opere, in parte eseguite e in parte ancora non ancora iniziate, nel porto di Catania?

Sa il sottosegretario – ha proseguito l’On. Vinciullo – che negli ultimi anni il porto di Augusta è stato inagibile a causa della presenza di migliaia di extracomunitari e di tre navi ormeggiate dopo lo sbarco sulle panchine che ne hanno impedito da oltre 12 mesi l’utilizzo?

Sa che, da oggi in poi, tutti i giorni contesterò l’arrivo di migranti nel porto di Augusta, chiedendo che questi migranti vengano spostati nel porto di Catania, dal momento che, a dire del sottosegretario, il porto di Catania è un’eccellenza rispetto a quello di Augusta?

Invito – ha continuato l’On. Vinciullo – tutti i Presidenti dei Consigli Comunali della provincia di Siracusa, di concerto con i rispettivi Sindaci, a convocare i loro Consigli Comunali per assumere una posizione unitaria ed intransigente contro il Governo Nazionale per difendere i diritti del nostro territorio.

Nello stesso tempo – ha concluso l’On. Vinciullo – invito i rappresentanti dei lavoratori e dei datori di lavoro, i Deputati e Senatori, ogni tipo di associazione e di partito politico ad assumere posizioni chiare, di condanna del Governo nazionale in modo tale che possa essere impedito a chiunque di violare la legge attraverso l’ennesimo scippo ai danni della provincia di Siracusa.
Sappiano che la nostra pazienza è finita e che non vorremmo rivivere la tragica stagione di Reggio”.